Che nome strano per una base Scout … ” Sangam “. Ogni tanto qualcuni mi chiede: ” Ma che Santo è San Gam che non ricordo d’averlo mai sentito….
Di certo quel pomeriggio di febbraio quando don Giuseppe venne a prendermi a casa e mi disse: ” Andiamo a vedere una casa… ” non pensavo lontanamente che in quel momento incominciasse una nuova avventura per il nostro appena nato gruppo Scout di Bovolone.
Pomeriggio, verso sera con un po’ di nebbia e un po’ di neve ancora sui campi e in lontananza una casa … ( se così si può dire di quattro mura e un tetto cadente … ). Eccola mi disse il don, cosa ti pare? Io a dire il vero non sapevo che dire, non volevo raffreddare l’entusiasmo del don in nessun modo, ma certo ci voleva tanta e tanta fantasia per vedere in quel rudere la possibilità di poter fare qualcosa. Con fatica spostai la porta traballante che teneva in qualche modo socchiusa la prima stanza e una volta entrati ci rendemmo subito conto del perchè nessuno aveva fatto un’offerta all’asta. Lo stabile infatti era stato messo all’asta dall’amministrazione comunale sperando che qualche contadino la prendesse per farne un deposito di materiale, ma come detto nessuno aveva risposto e per ben due volte l’asta era andata deserta. Con un po’ di buona volontà, un po di lavoro e un po’ di soldi possiamo sistemarla e farla diventare la nuova base per fare attività con i nostri ragazzi scout disse il don, e io replicai: ” Va bene un po’ di buona volontà, va bene un po’ di lavoro, ma i soldi…. dove diavolo li prendiamo???. “. Vedrai che la provvidenza ci darà una mano, rispose prontamente don Giuseppe e a distanza di anni devo proprio dire che aveva proprio ragione lui per quanto riguarda la provvidenza, per il resto ho avuto ragione io, ci volle tanto e tanto lavoro e una grande quantità di buona volontà. Quando l’amministrazione comunale ristrutturò la casa e ci diede in gestione la struttura iniziammo a pensare al nome da dare alla nostra base, uno più strano dell’altro ma nessuno sembrava adatto, finchè una sera … il don stava leggendo un libro e mi disse; ” … la nostra base dev’essere un luogo d’incontro tra giovani, un luogo dove tutti possano venire e condividere le loro idee, un luogo di crescita, di gioia, di nuova vita… un SANGAM!!! ”
“Sangam” in lingua sanscrita significa “confluenza” e indica un punto particolare della geografia sacra induista, situato presso l’ odierna località di Prayag, dove si incontrano i due fiumi sacri Ganga e Yamuna, ecco proprio così un luogo d’incontro.. certo SANGAM … ok SANGAM.